scarica o leggi Rita Atria pdf

scarica o leggi Rita Atria pdf

Rita Atria

  • Number: 327715029028797
  • Autore:
  • Lingue: Italiana
  • Valutazione: 4.6/5 (Votes: 3890)
  • Brossura: 142 pagine
  • Disponibilità: Disponibile
  • Scarica i formati: PDF, EPUB, KINDLE, FB2, AUDIBLE, MOBI e altri

Descrizione del prodotto

La piccola cittadina siciliana di Partanna è un bastione della mafia, dove il detto ‘non vedo e non sento’ appartiene alla quotidianità. Rita, figlia di un piccolo boss, divenne presto spettatrice di spaventosi fatti di sangue tra famiglie in guerra per il potere. Suo padre fu ucciso nel 1985 per aver “tirato troppo la corda” e suo fratello Nicola cadde nel maldestro tentativo di vendicarlo, non prima di aver rivelato a Rita i nomi delle persone coinvolte nell’omicidio del padre e il movente, chi comanda in paese, quali sono le gerarchie, cosa si muove, come e dove... A poco a poco, dall’iniziale sete di vendetta, Rita passò a maturare a uno straordinario senso di giustizia. Dinanzi a giudici increduli, per sua scelta e con determinazione, iniziò a snocciolare con precisione burocratica nomi, date, metodi ed episodi. Il lungo e doloroso percorso di rigetto e denuncia delle logiche mafiose era stato minuziosamente registrato nei suoi diari: “Che servano da testimonianza nel caso venissi uccisa”. Accanto a lei rimasero solo sua cognata Piera Aiello, moglie di Nicola, che decise di collaborare con i giudici prima della stessa Rita, e un uomo che per lei fu come un secondo padre e che a sua volta cadde vittima della violenza mafiosa: Paolo Borsellino. “Rita, non t’immischiare, non fare fesserie”, l’aveva avvertita più volte sua madre. Ma l’incontro con Borsellino aveva dato un nuovo scopo alle sue confessioni. Così portò avanti la sua scelta coraggiosa che la costrinse a vivere in incognito, isolata e ripudiata da familiari e amici. Il 26 luglio 1992, una settimana dopo la strage di via D’Amelio in cui perse la vita il giudice Borsellino, Rita, sola e incapace di colmare un vuoto divenuto troppo grande, si lasciò cadere nel vuoto dal settimo piano di un palazzo del quartiere Tuscolano, dove viveva nascosta sotto protezione. Aveva diciassette anni.

Livres connexes